Nirvana

 
Nirvana
I Nirvana in concerto agli MTV Video Music Awards 1992
I Nirvana in concerto agli MTV Video Music Awards 1992
Paese d’origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Grunge[1][2]
Alternative rock[1]
Periodo di attività 19871994
Etichetta Sub Pop Records
Geffen Records
Album pubblicati 12
Studio 3
Live 3
Raccolte 6
Sito web
NirvanaLogo.png

Durante un tour in Europa negli ultimi mesi del 1991, i Nirvana si accorgono che registravano spesso il tutto esaurito, che le troupe televisive li seguivano ormai costantemente e che Smells Like Teen Spirit era quasi onnipresente in radio e MTV.[30] A Natale del 1991, Nevermind vendeva 400.000 copie alla settimana nei soli Stati Uniti.[31]

L’11 gennaio 1992, l’album raggiunge la prima posizione della Billboard 200, scalzando Dangerous di Michael Jackson,[32] oltre a raggiungere la prima piazza in vari altri Stati di tutto il mondo.[33] In quello stesso mese, Billboard dichiarò: I Nirvana sono quel gruppo raro che ha tutto: il favore della critica, il rispetto dell’industria discografica, successo commerciale, e una solida fan base alternativa.[34]

Nel febbraio 1992, in seguito al Pacific Rim tour, Cobain sposa la cantante degli Hole Courtney Love nelle Hawaii. La prima figlia Frances Bean Cobain, nasce pochi mesi dopo, in agosto. A causa dell’eccessiva stanchezza, il gruppo decide di non intraprendere un altro tour negli Stati Uniti in supporto a Nevermind, optando invece per pochi concerti verso la fine dell’anno.[35] Pochi giorni dopo la nascita di Frances Bean, i Nirvana si esibiscono in uno dei loro concerti più noti, come headliners al festival di Reading. Mentre girano voci sulle condizioni di salute di Cobain e su un possibile scioglimento del terzetto, il frontman dei Nirvana si presenta sul palco su di una sedia a rotelle, per poi unirsi al resto del gruppo suonando sia il materiale di Bleach sia quello di Nevermind.[36] Dave Grohl rivela nel 2005 al programma radio Loveline[37] che la band temeva seriamente che il concerto sarebbe stato un completo disastro, ma che esso si trasformò in uno dei concerti più memorabili dei Nirvana.

Meno di due settimane dopo, i Nirvana si esibiscono agli MTV Video Music Awards.[38] Durante le prime prove, Cobain annuncia che durante la trasmissione il gruppo avrebbe suonato una nuova canzone, e i Nirvana iniziarono a provare Rape Me. I dirigenti di MTV sono scioccati dalla canzone, credendo che il testo si riferisse a loro. Pur di non permettere la messa in onda di Rape Me, i dirigenti di MTV minacciano di escludere i Nirvana dal programma e di non trasmettere più i loro video musicali. Dopo una serie di accese discussioni, il gruppo decise di suonare Lithium, l’ultimo singolo.[39]All’inizio dell’esibizione, Cobain simula le prime note di Rape Me, prima di iniziare Lithium. Verso la fine della canzone, irritato per la rottura del suo amplificatore, Novoselic decide di lanciare il basso in aria. Tuttavia, sbaglia la misura del lancio e il basso cade sulla sua fronte, facendolo cadere dal palco. Mentre Cobain distrugge la strumentazione del gruppo, Grohl corre alla telecamera e inizia a urlare ripetutamente Hi, Axl!, riferendosi al cantante dei Guns N’ Roses Axl Rose, con il quale avevano avuto un litigio prima dello show.[40]

Nel dicembre 1992, i Nirvana pubblicano Incesticide, una raccolta di rarità e b-side, con il proposito di bloccare il crescente mercato dei bootleg illegali dei propri concerti.[41] Il disco contiene sia tracce di singoli e EP già pubblicati, tra cui Sliver e Dive, sia tracce di alcune sessioni con la BBC, tra cui Been a Son e Aneurysm, sia cover di The Vaselines e Devo.

Per il terzo album, In Utero, il gruppo sceglie il produttore Steve Albini, noto per il suo operato in Surfer Rosa dei Pixies. In particolare, Cobain insiste su questa scelta, dichiarando che Albini era l’unico produttore che i Nirvana avrebbero accettato, in quanto avrebbe garantito un suono più naturale e meno raffinato.[42] Le sessioni sono soddisfacenti e rapide, e il disco viene registrato e mixato in solo due settimane al Pachyderm Studio di Cannon Falls, per un costo complessivo di circa 25.000 dollari.[43]

Alcune settimane dopo il completamento della registrazione, il Chicago Tribune e Newsweek riportano voci secondo le quali la Geffen Records considera l’album non pubblicabile.[44] I fan del complesso reagiscono, credendo che la libertà artistica del terzetto fosse messa in discussione dall’etichetta.[45] Sebbene le voci sul rifiuto della Geffen siano infondate, i Nirvana sono insoddisfatti da alcuni aspetti del lavoro di Albini. Più precisamente, considerano i livelli del basso poco udibili[46] e Cobain pensa che Heart-Shaped Box e All Apologies non suonino perfettamente.[47] Il noto produttore dei R.E.M. Scott Litt si occupa del remissaggio di queste due tracce, a cui Cobain aggiunge altri strumenti e la voce di sottofondo.[48]

Nel settembre 1993, In Utero debutta alla posizione #1 della Billboard 200.[49] Christopher John Farley scrive su Time nella sua recensione di In Utero che: Nonostante i timori di alcuni fan della musica alternativa, i Nirvana non si sono adattati al mainstream, sebbene questo nuovo potente album possa forzare ancora una volta il mainstream ad adattarsi ai Nirvana.[50] Nonostante le ottime vendite, In Utero non riesce ad eguagliare il suo predecessore Nevermind. Nell’autunno del 1993, i Nirvana intraprendono il primo grande tour negli Stati Uniti in oltre due anni, servendosi anche di Pat Smear, ex dei Germs, come secondo chitarrista.[51]

Nel novembre 1993, i Nirvana si esibiscono a MTV Unplugged insieme al nuovo chitarrista Pat Smear. Il quartetto decide di non suonare le proprie hit più famose, con l’eccezione di All Apologies e Come as You Are. In seguito, Grohl dichiara: «Sapevamo di non voler fare una versione acustica di Teen Spirit… Sarebbe stato incredibilmente stupido».[52] La lista delle tracce suonate dalla band comprende anche alcune cover dei Meat Puppets, i cui componenti si uniscono alla band durante l’esibizione. Dopo il termine della cover di Where Did You Sleep Last Night di Leadbelly, che chiude la scaletta, il produttore Alex Coletti tenta di convincere il quartetto a suonare un bis. Lo stesso Coletti dichiara: «Kurt disse: non posso superare quest’ultima canzone. E dopo che ebbe detto questo, mi girai indietro. Perché sapevo che aveva ragione».[52] L’esibizione dei Nirvana viene trasmessa per la prima volta su MTV il 14 dicembre 1993.

Nelle prime settimane del 1994, i Nirvana iniziano un nuovo tour europeo, che viene però sospeso dopo che il 1º marzo a Monaco di Baviera a Cobain furono diagnosticate una bronchite e una forte laringite.[53] Per questo motivo il concerto del 2 marzo, che si dovrebbe tenere proprio a Monaco, viene cancellato.

A Roma, la mattina del 4 marzo, Courtney Love trova il marito privo di coscienza nella propria camera d’albergo. Il cantante dei Nirvana viene immediatamente trasportato all’ospedale, dove si scopre che l’incoscienza era il risultato di una combinazione di Rohypnol, medicina che gli era stata prescritta, e alcolici. Tutte le rimanenti date del tour vengono cancellate, incluse alcune nel Regno Unito.[54]

Nelle settimane successive, Cobain ricade nella dipendenza dall’eroina, acconsentendo a seguire un programma di riabilitazione in un centro specializzato. Dopo meno di una settimana passata nel centro, Cobain salta il muro di cinta e torna a Seattle in aereo. Una settimana dopo, l’8 aprile 1994, Cobain viene trovato morto nella sua casa di Seattle, con una lesione da arma da fuoco alla testa[1] e i Nirvana si sciolgono immediatamente.[55]

 

Lascia un commento


*